Cosa significa orientare oggi? Perché diventa sempre più urgente sviluppare competenze orientative nelle studentesse e negli studenti?

A partire dalla riforma della scuola superiore del 2008, la scuola italiana, in accordo con quanto avviene in Europa, ha posto tra i suoi obiettivi principali lo sviluppo, in ragazze e ragazzi, di competenze trasversali e la messa a punto di strumenti formativi in grado di favorire i passaggi principali del percorso di crescita umana e professionale. 
La riforma, perciò, mira ad agevolare l’orientamento alla scuola superiore (vedi il portale orientamentoistruzione.it) e a dare risposte ai ragazzi e alle famiglie, tramite percorsi e competenze spendibili per la prosecuzione ai livelli superiori di istruzione e formazione e per l’accesso al mondo del lavoro.

All’interno della scuola l’orientamento può essere considerato un vero e proprio progetto di formazione della persona trasversalmente connesso alle discipline di studio e parte integrante del curricolo. In questo senso si esprime anche l’Atto di indirizzo politico-istituzionale per l’anno 2022 del MIUR, prospettando l’introduzione di “moduli di orientamento – di durata non inferiore alle trenta ore annuali – nelle scuole secondarie di I e II grado”.

Il Progetto MIOriento di Deascuola nasce per aiutare a rispondere a queste esigenze, mettendo a disposizione degli insegnanti una serie di contenuti pensati per una didattica orientativa. Studentesse e studenti hanno così uno strumento agile, inclusivo ed efficace per lavorare sulla consapevolezza di sé, dei propri talenti e delle proprie predisposizioni, nonché per trasformare le consapevolezze acquisite nella scelta di una formazione e una professione consone, che le assecondi e valorizzi.

Fascicolo per la scuola Secondaria di primo grado

Il fascicolo, attraverso la metafora di uno zaino da riempire,  affronta le fasi dell'orientamento, inteso come processo di autovalutazione, e i diversi criteri da utilizzare nella scelta della scuola
Per ogni criterio sono proposte delle attività che si possono svolgere in autonomia attraverso riflessioni guidate, stimoli narrativi, questionari, momenti metacognitivi, link a video ecc. Il viaggio termina con uno zaino pieno di tutti gli elementi necessari per elaborare un progetto personale per il proprio futuro scolastico.

L'AUTRICE

Nadia Raimondi, formatrice, pedagogista e docente, da quindici anni realizza percorsi e interventi orientativi in sostegno alle scelte dei giovani e degli adolescenti all’interno dello spazio Informagiovani del Comune di Bergamo.

Fascicolo per la scuola Secondaria di secondo grado

Biennio

Chi sono? Mi scopro (valori), Mi presento (autoconsapevolezza), I miei interessi, Le mie competenze, con chi mi piace stare? Che luoghi e spazi prediligo? Responsabilità e autonomia. Mettiamo insieme i pezzi.

Triennio

La prima parte ripercorre gli argomenti del biennio con domande di confronto con quanto espresso in precedenza. La seconda parte tratta il mondo del lavoro: Di che cosa voglio occuparmi? Come posso informarmi sui vari ambiti professionali? L’incontro con il mondo del lavoro.

L'AUTRICE

Vanessa Kamkhagi, docente, formatrice, Coach, Professional Career Consultant Asnor. Referente per i PCTO, autrice di testi scolastici per Deascuola e del volume Dall’Alternanza Scuola-Lavoro ai PCTO per Utet Università.

DeAFormazione

Ciclo di appuntamenti gratuiti rivolti a docenti di ogni ordine e grado.