La didattica inclusiva, per tutti e per ciascuno

Primaria, Secondaria di I grado, Secondaria di II grado

13 Dicembre 2017

La didattica inclusiva, per tutti e per ciascuno



Dalle 17.00 alle 19.00
Scuola Primaria Antonio Gramsci - Via Fenoglio, 9 - Asti

Scarica programma

La didattica inclusiva, per tutti e per ciascuno

Strategie e proposte operative per gestire la classe in ottica inclusiva.


Presentazione

La complessità della scuola dei nostri giorni ci induce a trovare soluzioni per meglio rispondere alle esigenze di ogni singolo allievo. Gestire la classe significa saper individuare le diversità, conoscere i bisogni educativi, proporre percorsi formativi che tengano conto delle singolarità che vi convivono. Rispondere a tali bisogni significa progettare un’azione intenzionale e sinergica, volta a promuovere il processo di cambiamento e di crescita personali. Per far ciò, occorre considerare le molteplici variabili che entrano in gioco, gli imprevisti che possono presentarsi, gli obiettivi che si definiscono e soprattutto le strategie che risultano più efficaci. Come costruire una mappa concettuale? Come rendere accessibili i materiali didattici? Come attivare dinamiche relazionali capaci di includere le diversità? Quando ricorrere a differenti modalità didattiche? Nel seminario si cercherà diriflettere attorno a tali quesiti e di individuare le possibili declinazioni nella pratica didattica.


Programma

Prima parte

  • Il concetto di didattica inclusiva “per tutti e per ciascuno”
  • I principi della progettazione universale per tutti

Seconda parte (laboratorio)

  • Gli strumenti didattici ed educativi per insegnare in modo inclusivo
  • Alcune esemplificazioni pratiche per insegnare in modo inclusivo: costruire una mappa concettuale, rendere il materiale didattico accessibile a tutti gli alunni, promuovere un clima cooperativo all’interno della classe.

Obiettivi

  • Sollecitare i partecipanti ad una riflessione attorno ai nodi problematici della didattica inclusiva
  • Fornire strategie e strumenti operativi – attraverso esercitazioni pratiche - per la comprensione del problema e delle possibili linee di intervento efficaci in classe
  • Offrire la possibilità di sperimentare l’attuazione di strategie funzionali
  • Giungere alla definizione di buone prassi educative.

Relatore

Pedagogisti, ricercatori del Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e la Marginalità dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (CeDisMa).


Metodologia

Seminario frontale/laboratoriale

 


In collaborazione con: